MOTRICITÀ E SPORT

L’orecchio nasce come un organo di movimento e svolge un ruolo estremamente importante nella regolazione della motricità. Questa funzione è mediata dal vestibolo, ovvero la parte dell’orecchio interno responsabile del senso dell’equilibrio e della percezione del movimento. Attraverso dei piccoli organi sensoriali, il vestibolo rileva i cambiamenti nella posizione e nell’andamento del corpo. A loro volta, questi organi informano il cervello sul moto e sugli spostamenti che avvengono nello spazio. Come risposta, l’encefalo attiva i muscoli posturali per mantenere l’equilibrio e coordinare i vari movimenti in maniera fluida.

Molti studi suggeriscono che la stimolazione uditiva può influenzare positivamente la motricità. La stretta interazione esistente tra la coclea, responsabile dell’analisi dei suoni, e il vestibolo, consente al Metodo Tomatis di migliorare le capacità motorie, l’immagine corporea e la precisione nella coordinazione. Questo approccio permette di raggiungere risultati che non sarebbero facilmente ottenibili focalizzandosi unicamente su di un allenamento posturale e muscolare convenzionale.

Numerosi atleti hanno integrato l’audiopsicofonologia al loro allenamento, col fine di migliorare le prestazioni sportive e ridurre lo stress. Molti di loro riportano di aver ottenuto benefici in termini di concentrazione, coordinazione e resistenza. Inoltre, l’ascolto di musica filtrata attraverso l’Orecchio Elettronico ha favorito il riequilibrio del sistema nervoso, diminuito l’ansia da prestazione e aumentato il focus, sia durante gli allenamenti, che nel contesto delle gare agonistiche.