LINGUE

Le scoperte di Tomatis hanno influenzato molte aree diverse, tra le quali figura anche lo studio delle lingue straniere. Grazie alle sue ricerche, egli dimostrò il motivo per cui alcune persone imparano una lingua straniera con grande rapidità e facilità, mentre altre riscontrano difficoltà insormontabili. Quando si parla di lingue straniere è fondamentale fare delle distinzioni: sebbene tutte le lingue utilizzino i medesimi toni gravi (dai 125 ai 250 Hz), esse hanno delle differenze sostanziali per ciò che concerne le frequenze più acute, denominate armonici. Ogni parlante è sintonizzato sui suoni della propria lingua madre, ma può incontrare delle difficoltà nell’analizzare le sonorità di una lingua straniera. Effettivamente, Alfred Tomatis ha scoperto che la voce non può riprodurre i suoni che l’orecchio non sente; per questa ragione, non riusciamo a pronunciare con esattezza tutti quei suoni che l’orecchio non è in grado di sentire nitidamente.

Oltre alla capacità d’analisi dell’orecchio, nello studio delle lingue esistono degli altri fattori di fondamentale importanza: la postura e la tensione dei muscoli scheletrici. Poiché è la lingua stessa a imporre al parlante la postura più economica per l’elocuzione, questi due elementi presentano delle differenze nei vari gruppi linguistici e modificano la modalità con cui il corpo umano funge da cassa di risonanza per la fonazione. Questo avviene grazie all’organo dell’equilibrio, denominato vestibolo, che gestisce la postura, la tensione muscolare e il movimento.

Attraverso le sedute del Metodo Tomatis, l’ascolto segue un percorso di accomodamento analogo a quello avvenuto per la lingua materna, che gli permette di integrare le frequenze dell’idioma che si desidera apprendere. In questa maniera, l’orecchio si trova nella condizione ottimale per analizzare i suoni che prima gli sfuggivano e, l’apparato fonatorio, riesce a riprodurli in modo rapido e accurato.

Potendo contare su di un orecchio allenato, lo studente ha la possibilità di ridurre notevolmente i tempi richiesti per l’apprendimento di una lingua straniera e di perfezionare le sue competenze, come pure la pronuncia, nell’ambito di lingue che ha già studiato in precedenza. Inoltre, incontrerà maggiore facilità sia nella memorizzazione di nuove parole, che nella comprensione della struttura intrinseca della lingua.

it_ITItalian